De Ranke "XX Bitter" (Bitter Ale)

Se si pensa alle birre belga vengono in mente birre con un’alta gradazione alcolica e dal sapore dolciastro dovute al malto, i più esperti potrebbero pensare alle note acide delle birre a fermentazione spontanea, difficilmente però si sentono note amare marcate e provenienti dal luppolo.

De Ranke XX Bitter

De Ranke XX Bitter

Tutto ciò non è sempre vero: si pensi alla nuova scuola brassicola di De Ranke o alle collaborazioni di De StruiseIn particolare la Brouwerij De Ranke nata nel non troppo lontano 1994, unisce la centenaria esperienza belga all’apertura mentale capace di apprendere influenze anche dall’esterno del paese. La XX Bitter (Extra Extra Bitter) è la birra che vorremmo trovare tutti i giorni nel frigo, apprezzabile a tutto pasto e a rinfrescare le giornate più calorose. Si presenta con un colore giallo paglierino non troppo limpido dovuto alla mancata filtratura e di una schiuma generosa di un bianco puro che però non risulta essere molto persistente. All’olfatto non presenta delle note spiccate ed è appena accennato l’aroma erbaceo. L’assaggio però è tutta un’altra cosa, birra secca che presenta una spiccata nota amara dovuta al luppolo tedesco Hallertau e all’inglese Brewers Gold. Il corpo è leggero dovuto anche ai sui 6 gradi e il finale è sempre più astringente, tannico.

Una birra che non fa invidiare una tedesca o una ceca e che unisce le note amare tipiche di una pilsner alla complessità di aromi proveniente da una birra ad alta fermentazione. In questo caso non si può dire che viva la normalità.

Leave a Comment.